Berge nel mirino di Roma e Napoli, lo scout Soli: "Qualità in fase offensiva e difensiva"

di Redazione FS24
articolo letto 89 volte
Foto

Se due top club italiani hanno messo gli occhi su di lui c'è da fidarsi: Sander Berge, centrocampista classe 1998 del Genk è nel mirino della Roma e del Napoli. Ecco in esclusiva per footballscout24 il giudizio tecnico di Alessandro Soli, consulente di mercato ed esperto di calcio scandinavo: "Il centrocampista norvegese ha 20 anni e ha giocato regolarmente nelle ultime tre stagioni. Ha trascorso la sua carriera giocando nel suo paese d'origine e in Belgio, rispettivamente con Vålerenga e Genk, il che significa che non ha ancora sperimentato nessuno dei cinque campionati più importanti d'Europa. Principalmente gioca come interno di centrocampo o davanti la difesa, è fisicamente molto alto e robusto, ma nel suo gioco non fa principalmente affidamento sulla sua altezza, invece basa il suo gioco sull'intelligenza, sulla visione di gioco e su una buona tecnica individuale, destro di piede. In fase possesso, Berge scende in profondità tra i difensori centrali per agire come primo ricevitore prima di girarsi e cercare di giocare passaggi verticali attraverso il blocco difensivo dell'opposizione. Si sente a suo agio nel ricevere la palla spalle alla porta e non vacilla facilmente sotto pressione, dimostrando compostezza al di là dei suoi anni grazie ad un ottimo controllo di palla e ld alla capacità di resistere alla pressione avversaria usando ottimamente il posizionamento e l’uso del corpo. Berge non è un centrocampista statico ma bensì dimostra ottimo dinamismo, cerca spesso di avventurarsi in avanti quando appropriato, stabilendosi in uno spazio più alto per sostenere la fase di possesso della sua squadra. È un giocatore di qualità e riesce a dare rapidità alla manovra, cercando anche la conclusione da fuori. In fase difensiva dimostra calma anche in pericolose situazioni individuali in cui si ritrova contro un attaccante senza il vicino supporto dei compagni di squadra difensivi, legge bene il gioco e sa quando fare la sua mossa per contrastare l’avversario, senza cercare una marcatura affrettata, non si tira indietro nei contrasti. È un giocatore che sarebbe a mio avviso un ottimo innesto per qualsiasi squadra di Serie A, risultando un valido giocatore da inserire nello scacchiere di centrocampo, garantendo qualità sia in fase offensiva che difensiva"


Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy